Cosa sono gli ITS

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) nascono per applicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2008 con l’obiettivo di assicurare una stabile offerta di percorsi biennali in ambiti tecnologici e in coerenza con le programmazioni economiche europea, nazionale e regionale.

Gli ITS si costituiscono secondo la forma di ‘Fondazione di partecipazione’, una sorta di ‘piccolo politecnico’ con un’offerta formativa specializzata su un particolare settore merceologico, con un’alta percentuale di formazione in azienda e un’attività didattica improntata a lavori di progetto, simulazione di casi, laboratorio per formare un ‘supertecnico’.

  • Sono “scuole speciali di alta tecnologia” finalizzate alla formazione di supertecnici con competenze high tech e high touch
  • Costituiscono un canale formativo di livello post-secondario, parallelo ai percorsi accademici
  • Formano tecnici superiori in 6 aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico e la competitività
  • Si sviluppano in un percorso di 2 anni per 2000 ore di corso
  • Incentrano la didattica su attività di laboratorio, e attraverso tirocini obbligatori per almeno il 30% del monte orario complessivo, anche all’estero
  • Vi insegna almeno il 50% dei docenti provenienti dal mondo del lavoro e delle professioni
  • Ottengono Crediti Formativi (CFU) spendibili in ogni Università